Recenti studi hanno dimostrato come per ogni euro speso in una realtà locale, 63 centesimi restano all’interno della comunità, rispetto ai 40 centesimi dalle grandi catene.
Sempre più spesso, attività locali e aziende a conduzione familiare, con una lunga tradizione alle spalle, vengono spinte fuori dal mercato, nonostante offrano servizi qualitativamente pari, se non superiori, alle grandi catene. La comune mentalità che si sta diffondendo, volta al risparmio, dirige gli acquisti nei grandi complessi commerciali piuttosto che verso il commerciante di quartiere. Ciò porta le piccole realtà a scomparire, in quanto non sono più in grado di competere con la grande distribuzione.

Le piccole aziende sono importanti per la comunità. Grazie a queste realtà, competenze, conoscenze, tradizioni e cultura possono essere tramandate nel corso dei decenni alle generazioni future.
Di fondamentale importanza è avere la possibilità di visitare l’azienda produttrice e avere più controllo sul prodotto; è possibile vedere da vicino i prodotti che acquisti e la loro produzione: raramente un acquisto può essere tanto trasparente!